VETRI A FORMA DI VASI

In questo nuovo racconto vi narriamo la storia di una particolare collezione di vasi disegnata da Michele De Lucchi per Produzione Privata.

L'ispirazione per la collezione in edizione limitata “Vetri a forma di vasi” proviene da decenni di ricerca in materia di trasparenza e forma. Michele De Lucchi ha sempre progettato oggetti semplici, ma preziosi, scegliendo la produzione artigianale e il vetro soffiato verde trasparente per la sua rarità e il suo colore.
 
Michele De Lucchi e Produzione Privata hanno deciso di riproporre un tipo particolare di verde trasparente, comune durante l'età medievale, andato in disuso con l’avvento degli altri colori. Per la realizzazione dei suoi prodotti Michele De Lucchi ha sempre privilegiato le tecniche antiche. Anche nel caso dei "Vetri a forma di vasi" ha voluto affidare la realizzazione ai soffiatori di Murano, in grado di lavorare il vetro verde trasparente. Ancora oggi, questo colore particolare viene associato a Produzione Privata.
 

«Li ho progettati con un pennino molto sottile, recuperato da vecchie penne risalenti ai miei giorni da studente di architettura a Firenze. Costruendo il disegno con innumerevoli colpi, ho ottenuto gli effetti di opacità e di riflessione, con una pazienza estrema, perseverante e piacevole. Questa soddisfazione probabilmente può essere vista nella ripetizione persistente dei motivi, ciascuno generato dall'altro, rendendo l'effetto costantemente più completo.»
Michele De Lucchi

«Non è affatto ovvio che in questi vasi di vetro è la cavità che crea la forma e il colore che crea la trasparenza.» 
Michele De Lucchi, Gennaio 2006

«La loro ricchezza è dovuta unicamente alla loro forma e al loro raro colore che solo pochi artigiani di Murano sanno ancora come produrre.»
Michele De Lucchi, 20 Gennaio 2006

 
 

LA RISCOPERTA DELLE ANTICHE TRADIZIONI

La storia del vetro di Murano è particolarmente ricca. Conoscenze e competenze tecniche sono state tramandate attraverso generazioni di maestri vetrai e migliorate con il costante processo di sperimentazione.
Questo racconto ci porta in un viaggio alla scoperta della lavorazione del vetro soffiato.




Vediamo ora come sono stati prodotti i "Vetri a forma di vasi".

1 | Lo stampo di legno è fondamentale per plasmare il vetro secondo i disegni di Michele De Lucchi 

Tre stampi in legno in legno di pero

 
Gli stampi impiegati per ottenere la forma di ciascun vaso sono realizzati interamente in legno di pero. Viene scelta questa tipologia di legno per due caratteristiche del materiale: l’assenza di nodi e la sua resistenza al calore.
 

2 | Lo stampo in legno viene realizzato con cura e attenzione al dettaglio per garantire un risultato perfetto nella fase di soffiaggio 

Particolare della forma dello stampo in legno
 
Questo particolare stampo è stato utilizzato per realizzare il Vasotre. Durante la soffiatura il vetro fuso diventa una sorta di palloncino che aderisce perfettamente alle pareti dello stampo. L'aria calda esce attraverso i fori, così il vaso comincia a raffreddarsi direttamente all’interno della forma. 
 
 

3 | Il raffreddamento  

La forma ottenuta dopo la soffiatura del vetro nello stampo

 
Il vetro caldo, rimosso dallo stampo in legno, viene lasciato raffreddare completamente. Successivamente viente tagliato e assemblato secondo i disegni di progetto.
 
 

LA COLLEZIONE DEI “VETRI A FORMA DI VASI” E LE MOSTRE

Michele De Lucchi ha commissionato dodici stampi in legno per dodici diverse forme. Combinandole insieme sono stati prodotti dieci diversi pezzi, ognuno in dieci esemplari, numerati e firmati.



Vetri a forma di vasi, disegno tecnico 2006
 
 
Questi oggetti nascono dalla volontà di sperimentare e combinare forme e trasparenze giocando con le delicate tonalità di verde. L’esplorazione delle possibilità di nuove combinazioni è ancora aperta.


“Vetri a forma di vasi”, vetro verde trasparente soffiato, Produzione Privata 2006. Foto: LucaTamburini
 
 
I "Vetri a forma di vasi" sono stati esposti in diverse mostre in tutto il mondo.

Il Vasouno è stato esposto nel 2010 alla mostra "Michele De Lucchi - Ottorino De Lucchi. Uguale e differente. Design et peinture"a Bordeaux e alla mostra "Michele De Lucchi & Produzione Privata" ad Amsterdam.

Il Vasodue, il Vasoquattro e il Vasonove sono stati esposti alla quarta edizione del Triennale Design Museum dal titolo "Le fabbriche dei sogni", a cura di Alberto Alessi, nel 2012.

La collezione completa è stata esposta a New York alla mostra “The New Order” e in Belgio alla mostra "Vetri a forma di vasi”.
 
 
 Vetri a forma di vasi,"The New Order", Moss Gallery, New York (USA), Luglio-Settembre 2006. Foto: Davide Angeli




Vetri a forma di vasi, showroom Quattro Benelux, Hoegaarden, Bruxelles (Belgio), marzo 2006.



Vasootto, Vetri a forma di vasi, showroom Quattro Benelux, Hoegaarden, Bruxelles (Belgio), marzo 2006. Foto: André Vossen

 

Commenti e suggerimenti

Ti è piaciuto il post? Quale altra storia vorresti scoprire? Scrivici!